ALTRA  STANGATA  PER  I  DISOCCUPATI:

IL LIMITE PER ANDARE IN PENSIONE E' STATO ELEVATO AD OLTRE 65 ANNI ED INOLTRE.......

Alcuni giorni or sono il governo ha approvato alcuni provvedimenti che, secondo il parere del sottoscritto, renderÓ sempre pi¨ ardua la ricerca di un posto di lavoro da parte dei giovani disoccupati.

E' stato disposto che ogni lavoratore pu˛ andare in pensione in una etÓ anche di gran lunga superiore a 65 anni previo accordo con il datore di lavoro.

Inoltre le persone che optano per la suddetta scelta avranno dei suppletivi compensi fino a quando,liberamente e senza limite di etÓ, decideranno di andare in pensione.

Saranno anche diminuiti, sino alla totale estinzione, i contributi che essi dovranno versare allo Stato.

Inoltre Ŕ stato confermato che nei prossimi mesi vi sarÓ un pesante taglio del personale della Scuola.

La speranza che resta Ŕ quella legata alla sensibilitÓ di tutte quelle persone che, raggiunti i limiti per andare in pensione (quali i 35 anni di contributi versati o i 58 anni di etÓ), decidano di abbandonare il lavoro per garantire ai giovani, (e quindi anche ai loro figli, nipoti, etc)  ulteriori posti di lavoro.

Siracusa 01-03-2003

Prof.Sampognaro Giuseppe